Troise è soddisfatto: "Punto che fa morale"

Il tecnico del Rimini analizza la partita di Perugia: "Abbiamo retto il confronto con una squadra forte e in salute, ora la testa è al derby con il Cesena.

di DONATELLA FILIPPI -
4 febbraio 2024
Troise è soddisfatto: "Punto che fa morale"
Troise è soddisfatto: "Punto che fa morale"

"Abbiamo retto il confronto giocando una gara importante". A scanso di equivoci Emanuele Troise lo dice subito. Perché subito mette sotto la lente la potenza di quel Perugia con cui il suo Rimini è stato costretto a fare i conti. "Non possiamo sottovalutare il buon momento che sta attraversando il Perugia e come – sottolinea l’allenatore dei biancorossi – abbia cambiato pelle sotto la gestione di Formisano. È diventata una squadra veramente dai ritmi alti, che ha grande intensita sia con la palla che senza palla. Proprio per tutto questo i nostri avversari hanno avuto occasioni importanti, ma anche noi abbiamo provato a impensierirli e diverse volte siamo arrivati nell’ultimo quarto di campo". Ma proprio in quell’ultimo quarto il Rimini non è mai riuscito a rendersi pericoloso. "Ci sono mancati un po’ di qualità e di convinzione per creare le nostre opportunità – lo ammette Troise – Detto questo, è un punto che fa morale, dà continuità per quanto riguarda il nostro percorso, sappiamo qual è il nostro obiettivo, e siamo soddisfatti". Un punto e tante energie spese. "Perché queste sono partite dove si spende tanto. Contro squadre del genere. Adesso ci aspetta un’altra partita, anche da un punto di vista psicologico, il derby con il Cesena, altrettanto impegnativa. E quindi dobbiamo recuperare le energie, ma continuare su questa strada".

Ancora una volta il Rimini deve rimandare il successo lontano da casa, uno solo sin qui, ormai una vita fa, sul campo del Sestri Levante. "Sono trasferte che vanno contestualizzate – ci pensa su Troise – Se analizziamo le nostre ultime, oggi (ieri, ndr) vedi la Juventus Next Gen che sta avendo un ruolino di marcia importante. Il punto che abbiamo fatto ad Alessandria, in quel momento, sembrava poca roba. Ma oggi la Juve va vincere contro l’Ancona, vince a Ferrara contro la Spal, quindi anche lì secondo me abbiamo raccolto un punto importante. Poi sappiamo che il girone di ritorno diventa più complicato. Quello di oggi con il Perugia e quello contro la Juventus sono sono due punti che mi tengo stretti perché sono fondamentali per il nostro primo obiettivo". "Ci dispiace non aver sfruttato le occasioni avute – dice Alessandro Formisano, tecnico del Perugia – alcuni episodi li avremmo potuti sfruttare meglio. La squadra ha avuto il dominio durante tutto l’arco della gara però il Rimini ha fatto la sua partita di equilibrio e di compattezza. C’è anche l’avversario e gli facciamo i complimenti".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su