Sci, rimpianto Goggia: sbaglia nel finale ed è seconda nella discesa di St. Moritz. Shiffrin show, Brignone è terza

L’americana vince in Svizzera, fatale una imprecisione di Sofia nel finale: quindici centesimi separano l’Italia dalla quarta vittoria consecutiva

di MANUEL MINGUZZI -
9 dicembre 2023
Sofia Goggia durante la discesa libera
Sofia Goggia durante la discesa libera

St. Moritz, 9 dicembre 2023 – Se Mikaela Shiffrin detta legge anche in discesa libera allora per la Coppa del mondo di sci alpino c’è poco da fare. La campionessa americana ha vinto la prima libera stagionale a St. Moritz battendo di pochi centesimi, per l’esattezza, quindici, una Sofia Goggia veloce ma imprecisa sul secondo muro della pista elvetica, un errore fatale nell’economia del risultato. L’Italia comunque si conferma ai vertici con un doppio podio prezioso grazie a Federica Brignone ottima terza. Inutile sottolinea il consolidamento della Shiffrin nella classifica di Coppa del mondo.

La gara: errorini fatali per Goggia

Prima discesa libera stagionale in Coppa del mondo e meteo finalmente clemente. Sofia Goggia si è presentata con la vittoria numero 23 ottenuta ieri nel super g di apertura, raggiungendo Brignone tra le più vincenti di sempre in Italia, e nella sua amata discesa libera era a caccia del bis. Come sempre discesa molto filante, con una lunga parte di scorrimento in alto, poi una fase centrale con qualche curvone da raccordare e nel finale c’è di nuovo da creare velocità in posizione aerodinamica. Tracciatura per discesiste pure, tranne per Shiffrin che trova la gara quasi perfetta. L’americana è efficace nella zona di scorrimento in alto, solida anche nel primo muro ma poi commette una imprecisione sul secondo andando leggermente lunga e lasciando un paio di decimi. Ma quell’unica disattenzione non le costa la gara perché Sofia Goggia fa esattamente lo stesso e lascia sul piatto due decimi decisivi. Vince Shiffrin in 1’28”84, con 15 centesimi su Sofia che è partita aggressiva nella zona di scorrimento in alto, ha confermato la sua tecnica nel primo muro, ma nel secondo è andata lunga di linea in uscita e ha pagato velocità nel piano finale. Centesimi fatali che le sono costati la vittoria. L’Italia è comunque sugli scudi perché c’è anche una solidissima Federica Brignone, partita senza riferimenti con il numero uno, capace di chiudere terza con 17 centesimi di ritardo, pagati sostanzialmente nella zona alta di scorrimento. Distacchi comunque ravvicinati e l’Austria resta fuori dal podio con Huetter quarta a 28 centesimi e Puchner quinta a 39, mentre in sesta piazza si conferma la tedesca Emma Aicher appena davanti a Stephanie Venier. Pagano le big, con Gut poco efficace nel piano in alto, solo un secondo di ritardo in quel tratto, e una sciata incerta per finire addirittura fuori dalla top ten in tredicesima posizione. Anche la connazionale Suter ha trovato difficoltà sui muri ed è finita undicesima alle spalle anche di Marta Bassino, decima, mentre Ilka Stuhec non è andata oltre il quattordicesimo posto. In classifica generale comanda Shiffrin cn 620 punti, oi Brignone a 425 davanti a Gut con 405, mentre Gogia è sesta a 286.

La classifica

1 Shiffrin 1’28”84

2 Goggia +0.15

3 Brignone +0.17

4 Huetter +0.28

5 Puchner +0.39

6 Aicher +0.43

7 Venier +0.58

8 Gisin +0.64

9 Weidle +0.68

10 Bassino +0.69

Continua a leggere tutte le notizie di sport su