Febbre Bologna, tra sold out e l’ira da posticipo

Verso un altro tutto esaurito anche con la Salernitana. Ma la gara a Roma di lunedì 22 aprile fa infuriare i tifosi: "Sempre noi penalizzati"

di MARCELLO GIORDANO -
21 marzo 2024
Febbre Bologna Tra sold out e l’ira da posticipo

Il settore ospiti tutto a tinte rossoblù nell’ultima gara contro la Lazio (Schicchi)

Bologna, 21 marzo 2024 – La Lega Calcio ha comunicato anticipi e posticipi fino alla 33esima giornata, quella dello scontro diretto Champions con la Roma: ed è subito polemica sui social da parte dei tifosi rossoblù.

Leggi anche: Anticipi e posticipi Bologna Fc

Ha infatti trovato conferma un’indiscrezione che era circolata negli ultimi giorni: ovvero quella di posticipare a lunedì 22, alle 18.30, il big match tra giallorossi e rossoblù, per concedere un giorno di riposo in più alle squadre impegnate giovedì 18 nel ritorno dei quarti di finale di Europa League (Roma-Milan), dal momento che anche il derby milanese andrà in scena lunedì (alle 20.45). Il problema è che lunedì è giorno lavorativo e l’orario delle 18.30 complica non poco i piani di esodo che ormai è argomento all’ordine del giorno quando il Bologna gioca lontano dal Dall’Ara.

Le polemiche

C’è chi vede nella decisione la volontà di concedere un vantaggio alla Roma, dal momento che nel recente passato le squadre impegnate in Europa sono scese in campo sì in posticipo, ma di domenica, giorno festivo che avrebbe concesso la possibilità di organizzarsi più facilmente per seguire i rossoblù a Roma. A prescindere, le polemiche confermano come la febbre per i colori rossoblù e la corsa Champions sia altissima. La passione per il Bologna non conosce sosta. Si è fermato il campionato, non la corsa al biglietto dei bolognesi: già tagliata quota 26mila presenti al Dall’Ara in vista della ripresa di campionato, in programma lunedì di Pasqua primo aprile alle 12.30. Niente gita fuori porta, tutti allo stadio a sostenere il Bologna e la corsa Champions. Il tutto esaurito è ormai a un passo, anche se difficilmente verrà raggiunto: difficile pensare che da Salerno, in un giorno di festa, salgano 2500 tifosi al seguito di una squadra che pare ormai condannata alla retrocessione. Ma restano circa 1500 tagliandi per i tifosi di casa: considerando abbonamenti e biglietti già staccati, i settori Bulgarelli, Curva San Luca, i Distinti e la Kids Stand sono esauriti, ergo restano posti disponibili tra tribuna e poltrone.

Salernitana

Lunedì di Pasqua arriverà la Salernitana, ultima in classifica, con 11 punti da recuperare sull’Empoli quartultimo. La squadra granata arriverà con il quarto allenatore di una stagione in cui nulla ha funzionato: dopo Sousa, Inzaghi e Liverani, tocca al neo tecnico Colantuono tentare una disperata salvezza, con un quasi certo ritorno al 3-4-2-1, sempre senza Dia, fuori rosa: se fai tutto esaurito contro un’avversaria dall’appeal e dal calcio non irresistibile di questi tempi, vuol dire che è probabile che il Dall’Ara sarà esaurito sempre da qui alla fine, anche contro Monza, Udinese e Juventus. Significa che conta la bellezza del Bologna e di un sogno sportivo che è diventato realtà, non più il blasone dell’avversario.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su