Fiorentina, il Colpo di Mezzanotte: Retegui, il prezzo non è giusto. Preso il baby bomber del futuro

Il primo colpo estivo del mercato viola guarda al futuro. Intanto Daniele Pradè cerca di stringere il cerchio per la punta: Retegui è la prima opzione, ma non al prezzo che chiede il Genoa

di ALESSANDRO LATINI -
10 giugno 2024
Il ds viola Daniele Pradè (Foto: Ansa)

Il ds viola Daniele Pradè (Foto: Ansa)

Firenze, 11 giugno 2024 - In attesa del centravanti per la prima squadra, la Fiorentina prende il centravanti della Primavera. Con la speranza che possa essere l'attaccante giusto per un futuro fra i grandi. Nella giornata di ieri Daniele Pradè ha messo le mani su Jacopo Tarantino, centravanti mancino classe 2005 che arriva dall'Ascoli. Il baby bomber è reduce da una stagione importante, con 14 gol messi a segno nel campionato Primavera 2 (alla fine è stato il capocannoniere del torneo) e tre presenze in prima squadra in Serie B. Carrera ha provato ad aggrapparsi a lui nelle ultime giornate per provare a evitare una retrocessione in Serie C che poi è arrivata.

Romano, l'Ascoli lo ha prelevato dalla Roma la scorsa estate, che non ha creduto nelle sue qualità. Il prossimo anno nel campionato Primavera potranno giocare calciatori under 20 (quest'anno il limite era per gli under 19) e Tarantino sarà il nuovo centravanti della Primavera gigliata allenata da mister Galloppa. In attesa dell'attaccante per la prima squadra, la Fiorentina intanto ha messo un piccolo tassello per il futuro. Gli addetti ai lavori ne parlano bene, su di lui aveva messo gli occhi nelle scorse settimane anche il Deportivo La Coruna. Dunque non solo club italiani si erano interessati.

Chiaro che i tifosi viola aspettino altro. In primis, davvero, il centravanti per Palladino. Che oggi però sembra ancora lontano. Fiorentina non disposta a trattare Retegui sulla base di 25 milioni di euro più bonus (in campionato ha segnato solo 7 gol...), mentre Pinamonti somiglia a una sorta di piano B. L'attaccante del Genoa in questo momento resta quello più 'vicino', ma Pradè lo valuta non più di 20 milioni e vorrebbe prenderlo prima dell'Europeo per evitare eventuali sbalzi di valutazione. I sondaggi degli ultimi giorni per Lucca sono per adesso rimasti tali. E' sull'estero che conviene puntare per identificare il nuovo attaccante della Fiorentina, fermo restando che se dovesse arrivare anche un suo vice (come sembra probabile) il nome buono sarebbe quello di Milan Djuric, che Palladino ha voluto ad ogni costo con sé a gennaio.

All'estero, dicevamo, sembra da escludere il greco Pavlidis, ormai prossimo alla firma con il Benfica, che cerca una punta importante per sostituire l'ex viola Cabral. Il nome nuovo circolato nelle ultime ore è quello di Jean-Philippe Mateta del Crystal Palace. Anche qui la valutazione è più o meno di 20 milioni di euro. Ma bene o male quella cifra la Fiorentina la dovrà spendere per la punta.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su