Juventus, ufficiale il rinnovo di Bremer fino al 2028

Prolungamento di contratto per il difensore brasiliano: "Quest’anno le cose stanno andando decisamente meglio. La prima stagione qui è stata di ambientamento per me"

di FRANCESCO BOCCHINI -
27 dicembre 2023
Bremer festeggiato dai compagni
Bremer festeggiato dai compagni

Torino, 27 dicembre 2023 - La notizia era nell'aria e adesso è pure ufficiale: Gleison Bremer ha rinnovato con la Juventus fino al 2028. Arrivato dal Torino nell'estate del 2022 per sostituire al centro della difesa il partente Matthijs de Ligt, il brasiliano è ormai un leader del reparto, come testimoniato dai 1524 minuti giocati in questa stagione, ossia 17 presenze su altrettante partite. Per Massimiliano Allegri, il classe '97 è un intoccabile. Ed evidentemente anche per la dirigenza bianconera, che ha fortemente voluto il prolungamento del proprio numero 3. "È diventato un pilastro, costantemente tra i migliori in campo e una certezza assoluta, guadagnandosi l’affetto dei tifosi e la fiducia di tutti - scrive il club sul proprio sito - La firma sul futuro in bianconero è la continuità di quella promessa fatta all’arrivo in quel giorno d’estate. Un gigante in mezzo alla difesa, un incubo per gli avversari e una fonte costante di sicurezza per i compagni. Solido negli uno contro uno, insuperabile nel gioco aereo, dote sfoggiata anche nell’area nemica (sono sei i gol messi a segno con la Juve, uno in questa stagione, contro il Cagliari), sempre l’ultimo a mollare. Questo è il Bremer che si è saputo prendere la Juve. In questa stagione Mister Allegri non ha rinunciato mai a lui; nessuno è stato in campo più di lui tra i bianconeri. Un altro segnale chiaro di come quel colosso arrivato da Itapitanga, comune dello stato federale di Bahia, in Brasile, con poco più di 10.000 abitanti, sia ormai uno di noi". 

Le dichiarazioni di Bremer 

"Sono molto emozionato per il rinnovo fino al 2028, sono contento di proseguire con la Juventus, spero di fare molto bene e di continuare su questa strada - le parole di Bremer - Un anno e mezzo fa ho scelto la Juve perché è una squadra vincente, un gruppo capace di conquistare anche nove Scudetti di fila, però quello che ha fatto la differenza è stato che appena sono arrivato qui ho capito che la Juventus è una famiglia. Quest’anno le cose stanno andando decisamente meglio: la prima stagione qui alla Juve è stata di ambientamento per me, ho vissuto tante situazioni diverse. Negli ultimi mesi, anche con l’arrivo dei nuovi dirigenti, ho trovato maggiore serenità e ho imparato dagli errori commessi i primi tempi che è normale che ci fossero. Ora mi sento davvero a mio agio. Adesso ho molta più consapevolezza della mia forza e delle mie qualità: giocando una volta a settimana, c’è più tempo di allenarsi e prepararsi fisicamente. Contro la Roma sarà una partita complicata e so bene che contro Lukaku non sarà semplice confrontarsi: sarà una sfida difficile e dovrò dimostrare di continuare nel mio percorso di crescita. Un attaccante del genere si affronta in vari modi, in base alla posizione in campo nel quale ti ritrovi a fronteggiarlo. Quest’anno siamo un gruppo consapevole, sono arrivati nuovi ragazzi a darci una mano, ma sappiamo bene che non abbiamo vinto ancora nulla: siamo consapevoli della forza dell’Inter e il nostro compito è quello di restare lì". 

Leggi anche: Manchester City, Guardiola al passo d'addio? Lui: "Sento che il lavoro è finito"

Continua a leggere tutte le notizie di sport su