Milan, occhi puntati sulla Capitale: contro la Lazio vietati passi indietro

Pioli punta a rivedere l'ottimo gioco offerto contro la Dea, confermando quasi in toto l’undici titolare contro l’Atalanta

di ILARIA CHECCHI -
28 febbraio 2024
L'allenatore del Milan Stefano Pioli

L'allenatore del Milan Stefano Pioli

Milano, 28 febbraio 2024 – Venerdì sera il Milan cercherà di espugnare lo stadio Olimpico dove l’attende la Lazio di Maurizio Sarri: l'anticipo della 27esima giornata di Serie A è un appuntamento da non fallire per iniziare il mese di marzo nel modo migliore dopo l’ottima prova collettiva fornita contro l’Atalanta a cui è mancato solo il gol vittoria.

L’ultima trasferta capitolina ha visto i biancocelesti imporsi con un netto 4-0 ma il bilancio delle sfide è infatti in equilibrio, con il Milan che ha conquistato la vittoria in 26 occasioni, una sola in più rispetto alla Lazio. 39 le volte in cui il big match è finito in parità.

Tomori pronto a rientrare

Oggi la squadra si è allenata a Milanello dopo la seduta di ieri e buone notizie arrivano dall’infermeria: Tomori, escluso dai convocati per la sfida all’Atalanta, è pronto a rientrare come già hanno fatto i colleghi di reparto Calabria e Kalulu, con il francese che domenica si è accomodato in panchina.

L’ex Chelsea sarà a disposizione per la trasferta a Roma o, nei peggiori di casi, per l’andata degli ottavi di finale di Europa League contro lo Slavia Praga. Il difensore aveva subìto una lesione mio-tendinea del bicipite femorale destro il 22 dicembre a Salerno poco dopo aver realizzato il suo terzo centro stagionale.

Stefano Pioli dovrebbe optare confermare quasi in toto l'ultimo undici visto contro la formazione bergamasca: tra i pali Maignan, linea difensiva formata da Theo Hernandez, Gabbia, Thiaw e Calabria, mentre in mezzo al campo potrebbe tornare Reijnders (nel precedente turno è stato preferito Adli) coadiuvato da Bennacer.

Sulla linea della trequarti spazio a Pulisic, Loftus Cheek e Rafael Leao. Unico terminale offensivo Olivier Giroud con Luka Jovic ancora out per scontare l’ultima delle due giornate di squalifica ricevute dopo la manata rifilata a Izzo durante il match contro il Monza.

La presentazione del libro di Rafa Leao

Oggi alle 18 in Mondadori Duomo, Rafael Leao presenterà il suo nuovo libro "Smile". Preacquistando la copia autografata del libro, i fan riceveranno il pass per l’accesso esclusivo all’incontro con l'attaccante del Milan (fino ad esaurimento posti disponibili).

A moderare l'incontro sarà Xavier Jacobelli: il portoghese ha voluto raccontare la sua storia, dalle sue origini ad Almada passando per l'esperienza allo Sporting, al Lille e infine la sua esplosione al Milan. "Chiunque vorrebbe giocare nel Milan. Volevo rimanere per completare un periodo di crescita che avevo iniziato e per far vedere quanto ancora potevo dare come calciatore e come uomo. La vittoria dello scudetto mi aveva mostrato quanto era bello vincere come collettivo".

"Il mio rinnovo non è mai stato un tira e molla per questioni di soldi, come molti hanno detto e non avevo nemmeno dubbi sulla direzione tecnica che stava prendendo la squadra. C'è voluto un po' di tempo, ma alla firma il mio pensiero è stato chiaro: non è un patto economico, ma un patto d'amore" l’estratto dal libro del portoghese.

Nel libro non si parla solo di calcio, ma anche della fede, da sempre centrale nella vita di Leao, così come quello delle sue due passioni come la moda e la musica.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su