ATP Rotterdam, Sinner in finale: batte Griekspoor ed è numero 3 al mondo

Vittoria senza affanni per l’alto atesino che si libera dell’olandese in 1h21’, deciso il servizio e il rovescio. In finale affronterà De Minaur

di GIANLUCA SEPE -
17 febbraio 2024

Jannik Sinner è il nuovo numero tre al mondo della classifica ATP. Il tennista altoatesino ha infatti avuto la meglio sull’olandese Tallon Griekspoor col punteggio di 6-2, 6-4 accedendo così alla finale del torneo di Rotterdam dove affronterà Alex de Minaur. L’italiano a superato l’avversario in semifinale in un’ora e 21 minuti di gioco sconfiggendo così per la seconda volta nel giro di pochi mesi Griekspoor, già suo avversario in occasione della Coppa Davis e arriverò al penultimo atto del torneo dopo aver eliminato Musetti nel primo turno e Hurkacz ai quarti. Sinner ha giocato un primo set praticamente perfetto grazie ad un ottimo servizio e al suo rovescio che hanno messo in difficoltà sin dai primi game l’olandese.

Sinner in finale a Rotterdam
Sinner in finale a Rotterdam

L’avvio dell’italiano è infatti fulmineo con Sinner che si porta subito sul 3-1 riuscendo anche in una palla break per il 5-1. Griekspoor regge l’urto fino al 5-2 con Sinner che poi chiude la pratica 6-2. Più equilibrato invece il secondo set, con l’olandese che passa in vantaggio e tiene meglio il campo portandosi fino al punteggio di 4-5. A a questo punto l’italiano al servizio per il match e dopo essersi lasciato raggiungere 30-30 chiude i conti e si aggiudica la partita, allungando ulteriormente la sua striscia di partite vincenti. Ad attenderlo nell’ultimo atto del torneo ATP 500 di Rotterdam ci sarà l’australiano De Minaur, attuale numero 5 al mondo che a sua volta ha avuto ragione nell’altra semifinale di Dimitrov con il punteggio 6-4, 6-3. A prescindere da come finirà il torneo, Sinner potrà godersi da lunedì la nuova classifica che ora lo vede al numero tre del seeding, un risultato mai raggiunto prima da un tennista italiano se non si considera la classifica di Nicola Pietrangeli tra 1959 e 1960. La stagione di Sinner non poteva iniziare in modo migliore.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su