Conad, è crisi nera. Arriva la 5ª sconfitta di fila

Al PalaBigi la squadra di Fanuli cede a Pordenone, seconda in classifica. Il 7 gennaio altro impegno difficile sul campo della capolista Grottazzolina.

31 dicembre 2023
Conad, è crisi nera. Arriva la 5ª sconfitta di fila
Conad, è crisi nera. Arriva la 5ª sconfitta di fila

CONAD REGGIO

1

TINET PRATA

3

CONAD TRICOLORE: Mariano 6, Preti 4, Sesto ne, Sperotto 3, Catellani, Maiocchi, Gasparini 1, Bonola 10, Torchia (L), Pochini (L), Volpe 4, Marks ne, Guerrini, Suraci 32. All. Fanuli.

TINET PRATA DI PORDENONE: Baldazzi 3, Katalan 8, Alberini 4, Aiello (L), Lucconi 10, Scopelliti 9, De Angelis (L), Pegoraro ne, Bellanova, Terpin 14, Petras 18, Iannaccone 4, Truocchio 2. All. Boninfante.

Arbitri: Ciaccio e Spinnicchia.

Parziali 20-25, 24-26, 25-21, 19-25.

Il 2023 della Conad (16) si

chiude con la quinta sconfitta consecutiva, che arriva per mano della Tinet Prata di Pordenone (30), seconda forza del campionato di Serie A2.

Ancora priva di Marks, sostituito comunque da un Suraci in versione extra-lusso, la formazione di coach Fanuli ha giocato alla pari per quattro set, ha sprecato due lunghezze di vantaggio nella fase finale del secondo, ha vinto il terzo per poi arrendersi nel finale.

Gli ospiti, reduci da due stop di fila, partono meglio e mantengono fin da subito un margine di vantaggio che permette loro di gestire i tentativi di rientro della squadra di casa, fino al 20-25 messo a terra da Lucconi; al cambio di campo la Conad prova a reagire e sale sul 22-20, ma si perde proprio sul più bello, cedendo 24-26 ai vantaggi.

Peccato, perché nel terzo parziale i giallo-rossi di coach Fanuli dimostrano tutto il loro valore, toccando il +8 sul 19-11; la Tinet reagisce e torna a -3, ma non può nulla sull’ultimo break di marca reggiana, con Suraci (nella foto) che mette a terra il 25-21.

Nel quarto e ultimo set, tuttavia, gli uomini di Boninfante rimettono le mani sul match conducendo senza particolari patemi, conquistando sei match point con un attacco di Katalan, prima di chiudere i conti alla seconda opportunità con Terpin per il 19-25 che chiude la partita.

Domenica 7 gennaio la seconda di ritorno metterà di fronte Sesto e compagni ad un nuovo ostacolo improbo: in programma, infatti, c’è la trasferta sul campo della capolista Grottazzolina.

d.r.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su