Consar, una partita quasi perfetta: "Abbiamo margini di miglioramento"

Volley A2 Mancini dopo il match dominato contro Santa Croce: "Per noi una grande lucidità mentale"

3 novembre 2023
Consar, una partita quasi perfetta: "Abbiamo margini di miglioramento"

Consar, una partita quasi perfetta: "Abbiamo margini di miglioramento"

Seconda vittoria consecutiva. Annientati i Lupi di Santa Croce sull’Arno, tra l’altro nella loro tana. Insomma, in 4 giorni, la Consar Ravenna ha cancellato il ko di Cuneo e attende ora la ‘prima’ di domenica pomeriggio al Pala de André (20 mesi dopo l’ultima volta, 1-3 contro Cisterna alla penultima giornata del campionato di Superlega 2021-22), in uno scontro diretto ad alta tensione contro Brescia degli ex Erati, Candeli, Klapwjik e di coach Graziosi. Se il 3-1 rifilato a Cantù nel match di sabato scorso al PalaCosta, aveva evidenziato frangenti di grande concretezza da parte del sestetto giallorosso, la sfida dell’altra sera contro i conciari è andata molto vicino alla perfezione.

A condurre la squadra ad un successo indiscutibile (parziali vinti a 20, 15 e 15) ci ha pensato un autoritario e concretissimo Filippo Mancini. Il diciannovenne regista riminese ha mandato agli archivi un ‘tabellino’ da attaccante, con 8 punti personali, fra cui 4 ace, 3 attacchi e un muro: "Effettivamente – ha confermato Mancini – abbiamo giocato una grande partita, soprattutto dal punto di vista della lucidità mentale. Lo scorso anno era stato uno degli aspetti che ci aveva fatto difetto. Anch’io ero stato spesso discontinuo, incapace di far giare la squadra con continuità. A Santa Croce invece siamo andati molto bene sotto questo profilo, trovando una importantissima vittoria". Nello specifico, Mancini è risultato il top scorer del 2° set con 6 punti, mentre il dato complessivo delle battute (24 quelle effettuate) ha evidenziato la grande efficacia dei turni al servizio dell’alzatore della Consar. Come dire, quando in battuta è andato il regista dei ravennati, sono stati dolori per la ricezione dei toscani. "Sulla battuta – ha proseguito Mancini – stiamo lavorando tutti i giorni con grande cura. In queste ultime partite era un aspetto sul quale non avevo avuto troppa continuità. A Santa Croce invece mi è venuto particolarmente bene, ma non è di certo l’unico aspetto che ci ha consentito di tornare a casa coi 3 punti. In realtà, dietro a questo successo, c’è tutto un lavoro di squadra che abbiamo fatto. Margini di crescita? Nessuno è mai perfetto, dunque possiamo tutti migliorare, soprattutto grazie al nostro preparatore atletico e al nostro staff tecnico, che ci aiutano tutti i giorni per alzare il livello dell’asticella delle nostre prestazioni".

Dopo Cuneo e Cantù, è la volta ora di un’altra annunciata big del campionato di A2, che però (ko a Pineto e vittorie al tiebreak contro Porto Viro e Cuneo), ha incontrato qualche ostacolo in questo avvio di stagione: "Brescia – ha concluso Mancini – è una fra le rivali annunciate per la lotta di vertice. È un’ottima squadra, da affrontare con la massima attenzione, come del resto ci comportiamo sempre. Giocheremo per vincere, aspettando i nostri tifosi al Pala de André".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su