Volley A2. Secca sconfitta per la Conad. Ora bisogna guardarsi le spalle

La Conad Tricolore Reggio Emilia subisce una sconfitta per 3-0 contro il Delta Porto Viro, compromettendo le possibilità di raggiungere i playoff. Il coach Fanuli ammette la difficoltà del momento e promette una maggiore determinazione per il prossimo incontro contro la Pool Libertas Cantù.

29 gennaio 2024
Secca sconfitta per la Conad. Ora bisogna guardarsi le spalle
Secca sconfitta per la Conad. Ora bisogna guardarsi le spalle

DELTA PORTO VIRO

3

CONAD

0

DELTA GROUP PORTO VIRO: Zamagni 11, Zorzi ne, Tiozzo 8, Ferreira Silva ne, Sette 9, Lamprecht (L), Barone 10, Barotto ne, Garnica 3, Bellei 13, Charlampidis ne, Morgese (L), Eccher ne, Chiloro ne. All. Morato.

CONAD TRICOLORE REGGIO EMILIA: Caciagli ne, Mariano 5, Preti 3, Sesto 2, Sperotto, Catellani, Maiocchi 4, Gasparini 1, Bonola 5, Torchia (L), Pochini (L), Volpe 2, Marks 10, Suraci 4. All. Fanuli. Arbitri: Turtù e Ciaccio.

Parziali: 25-19, 25-20, 25-21.

Note: ace 7-2, service error 13-15, muri 7-2. Attacco 49%-40%, ricezione 67%-47%.

Secondo stop consecutivo per la Conad (19) che, dopo il 3-0 subito a Siena, replica a Porto Viro. Un risultato che segna la parola fine sulle possibilità di arrivare ai playoff, mentre alle spalle occorre far attenzione ai propositi di rimonta delle avversarie. La sfida si presenta subito in salita per i giallo-rossi, che vanno sotto 14-10 con un servizio vincente dell’opposto veneto Bellei; dalla panchina reggiana entrano Marks e Catellani, che rilevano Suraci e Sperotto, ma il risultato non cambia, con Sette che ottiene il punto del 24-19 e parallela ed il già citato Bellei che chiude i conti alla prima opportunità giocando con le mani del muro. Al cambio di campo la musica non cambia ed il muro permette a Porto Viro di portarsi a +3 sull’11-8; i padroni di casa accelerano e toccano il 21-14, Bonola prova a ricucire ma è Sette a chiudere i conti sul 25-20. Nel terzo e ultimo parziale Volpe rileva Sesto, mentre Suraci e Maiocchi rilevano in banda Mariano e Preti: la Conad, pur essendo sempre costretta ad inseguire, resta in scia, poi è Marks a regalare il match point ai locali, pestando la linea sul servizio, ed è proprio un errore dai 9 metri di Suraci a chiudere i giochi sul 25-21.

"Attraversiamo un momento molto complesso. Abbiamo impiegato due set per trovare un equilibrio in campo e quindi un assetto che fosse performante, purtroppo a questo livello non ce lo possiamo permettere. Torneremo in palestra ancora più motivati per cercare di far passare questo periodo no", spiega coach Fabio Fanuli, tecnico reggiano. Domenica al PalaBigi arriverà la Pool Libertas Cantù.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su